Sulle ali della Vittoria: a Brescia il 2020 è nel segno dell’archeologia

Un nuovo capitolo sta per aprirsi nella lunga storia della Vittoria Alata. Riemersa nel 1826 tra le rovine del Capitolium di Brescia, la statua fu subito circondata dall’aura del mito. Napoleone III volle ammirarla con i propri occhi, Giosué Carducci le dedicò un’ode, copie e calchi si …
Source: Arte NEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.