Vai al contenuto

Una settimana e un giorno

Mentre la madre si macera nel lutto per la morte del figlio, il padre si fa le canne e ritrova un rapporto con la vita. In difficile equilibrio tra pathos e commedia (da cui l’orribile neologismo di “dramedy”), l’esordiente regista israeliano riesce nella sua missione: conciliare buonismo, sentimentalismo e finta scorrettezza.
PER CHI LEGGE ETGAR KERET

L’articolo Una settimana e un giorno sembra essere il primo su ViviMilano.


Source: Vivimilano Corriere